Home » Massimo Birattari

Tagged Massimo Birattari

scrivere meglio

Scrivere tutti, scrivere meglio

Iniziamo a raccogliere risorse utili e affidabili sparse in rete. Oggi due siti fondamentali per imparare a scrivere (e pensare) meglio

Tra i vari altissimi scopi di questo blog c’è quello di raccogliere risorse utili nei settori dei quali ci occupiamo, per costruire nel tempo una sorta di “linkoteca” da sfruttare quando ci colgono dubbi e domande, o quando cerchiamo l’ispirazione per quella certa cosa.

Iniziamo da un punto alquanto delicato, ovvero l’importanza di scrivere in italiano corretto.
Nella storia non si è forse mai scritto tanto come in quest’epoca, eppure si continua a considerare lo “scrivere bene” qualcosa di legato a un talento o a una vocazione, come se chi non fa della scrittura una professione fosse autorizzato a mettere insieme parole a caso o a ignorare l’ortografia.

Sfatiamo quindi un primo mito: essere scrittori e saper scrivere sono due cose diverse, e la seconda riguarda tutti, perché TUTTI scriviamo. Che si tratti di un curriculum, di una mail, una chat su WhatsApp, una tesi di laurea, appunti a una conferenza, una pagina Facebook o una relazione programmatica, scrivere è un’occupazione che ci tiene impegnati per buona parte delle nostre giornate. Scriviamo per ricordare cose, per spiegare cose, ottenere cose, comunicare desideri e necessità.

In teoria a scrivere si dovrebbe imparare a scuola, ma dalle aberrazioni che trionfano tra libri, giornali e siti web, vediamo che non è sempre così. Pessimismo e fastidio, dunque? Rassegnazione al degenerare della lingua, al libero regno del “piuttosto che” e del “quant’altro”? Non necessariamente.
Perché, secondo mito da abbattere: cambiare si può. Si possono correggere le lacune, rinforzare i punti deboli, migliorare le capacità di espressione. Lo si può fare in molti modi, e tra questi uno dei più efficaci è rivolgersi a esperti che mettono la propria competenza a portata di tutti, come dimostrano magistralmente Luisa Carrada e Massimo Birattari.

Luisa Carrada è copywriter, comunicatrice, formatrice e autrice di una serie di eccellenti testi sulla scrittura professionale. È altresì la creatrice del sito Il mestiere di scrivere, la prima risorsa italiana nata espressamente per fornire articoli, consigli pratici e link per scrivere meglio. Luisa è stata una pioniera nel campo, dal momento che nel (lontanissimo) 1999 progettò il sito pensando a quello che lei stessa avrebbe voluto trovare in rete, e che ancora non c’era. Quest’anno Il mestiere di scrivere festeggia le 17 primavere, ma non è diminuita di una virgola la sua utilità: come Luisa ripete, la scrittura è una e una sola, e cambiano solo i suoi obiettivi, non gli strumenti. Il sito e il blog collegato sono una miniera di indicazioni per creare testi che funzionino, presentate con una lingua chiara, precisa, non banale, non iperspecialistica, non noiosa. La lingua come la vorremmo leggere e capire sempre.

Massimo Birattari è traduttore, consulente editoriale, copywriter e redattore di testi scolastici, nonché autore di libri per bambini e di alcuni preziosi volumi di “grammatica pratica”. Da qualche tempo gestisce anche un sito/blog, Grammaland (dal titolo di uno dei suoi maggiori successi), nel quale parla di dubbi – ovviamente – grammaticali, dà suggerimenti per imparare a scrivere in modo efficace e brillante, consiglia libri da leggere e link utili. Semplice, ben disegnato e pratico da navigare, è una risorsa preziosissima per sbrogliare matasse intricate a base di condizionali e periodi ipotetici.

Conclusione: cambiare, dicevamo, si può, a patto di volerlo fare. Non per diventare novelli Leopardi o Virginia Woolf o Jonathan Franzen, ma per esprimere i propri pensieri con maggiore precisione, chiarezza e semplice eleganza. Quello che diceva Nanni Moretti in Palombella Rossa vale ancora e varrà sempre: «Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti!»
Vale anche per quelle scritte.